Covid 19: la comunicazione conta come le mascherine

Attualità Salute Scienze Società Tecnologia

di Federica F. (classe 3^E)

La comunicazione: arma contro il Covid-19

Le novità di questa pandemia o crisi (dove la dimensione mediatica è molto evoluta) sono state la comunicazione e la collaborazione tra scienziati, che si sono rivelate  fondamentali affinché si trovassero cure e informazioni inerenti al virus. Poter assemblare tutte le loro conoscenze è stato un elemento essenziale che ci ha portato, dopo solo un anno dall’inizio della pandemia, a scoprire un vaccino. 

La sfida che ancora oggi dobbiamo affrontare è comunicare l’incertezza e la complessità alla popolazione. E’ importante ricordare che il Covid-19 è un virus sconosciuto e astruso. Si palesa quindi la necessità di trasmettere informazioni mediche attraverso persone qualificate come i sociologi, che grazie alle loro conoscenze, permettono un passaggio di informazioni senza creare paura nel lettore. 

Come quanto detto in precedenza, il Covid-19 è virus recente, di conseguenza è facile che gli scienziati cambino le loro tesi sulla base di nuove scoperte mediche. La falsa credenza ormai molto diffusa che la verità scientifica è chiara e immutabile, è dunque errata. Qualsiasi tesi sviluppata infatti deve essere verificata un certo numero di volte, con dati pressoché immutati, per potersi definire vera. Se così fosse, si potrebbe procedere con gli studi. (continua nell’articolo allegato)

Covid 19_ la comunicazione conta come le mascherine_ (1)