Un’esperienza al digitale: Un’indagine sul terremoto dell’Aquila

Ambiente Attualità Scienze Società Tecnologia

Un’indagine sul terremoto dell’Aquila

di Ludovica P. (Classe I SINT-2019/2020) 

Tra i vari compiti e progetti che abbiamo svolto nel periodo di “didattica a distanza”, molto interessante è stato il lavoro di gruppo dedicato al terremoto all’Aquila. In questo progetto, infatti, siamo stati coinvolti nella creazione di un sito web, a scopo informativo, sul disastro avvenuto in Abruzzo nel 2009. Il lavoro, da svolgere in lingua inglese, era legato alla parte del programma di geografia  relativo ai terremoti. Infatti il mio indirizzo di studi svolge, durante il biennio, lo studio della materia Geography IGCSE: una disciplina incentrata sullo studio della geografia fisica (fiumi, vulcani), ma anche su altre branche come la demografia; tutte osservate da un punto di vista sia generale che attraverso casi di studio. 

Il nostro docente di geography ci ha fornito, oltre alle divisioni in gruppi, anche un video su come utilizzare l’estensione di Google dedicata alla creazione di siti web. Nella creazione del sito dovevamo, seguendo un webquest,  rispondere ad almeno 8 domande chiave a proposito del fenomeno, cercando le risposte tramite dei link ai siti online dedicati al fenomeno. Infine ci era stata fornita anche una checklist per controllare che il nostro lavoro seguisse gli obiettivi programmati: come, ad esempio, la strutturazione del sito sulla base di esempi trovati online o l’utilizzo di immagini in licenza CC (per non incorrere in problemi relativi al copyright). 

Il mio gruppo si è organizzato in modo che ognuno di noi avesse lavoro da fare: ad esempio, i miei due compagni si sono divisi la ricerca delle informazioni e io ho curato l’editing e la creazione del sito, cercando anche le immagini. In quanto all’organizzazione, abbiamo formato un gruppo whatsapp e ci siamo sentiti principalmente di quel canale, confrontandoci sulle scelte relative al lavoro e inviandoci il rispettivo materiale.

La nostra valutazione era basata principalmente su cinque criteri (ognuno da uno a dodici, con un totale di sessanta punti):

  • Il voto dell’insegnante, cioè la sua impressione sul sito;
  • Il contenuto, che rappresentava la qualità e la quantità delle informazioni presenti;
  • Il copyright, inteso come la corretta attribuzione dei diritti delle immagini, ricercate in licenza Creative Commons;
  • Il layout del sito, cioè il voto a livello grafico;
  • La navigabilità del sito web, ovvero la facilità con cui l’utente può ricercare le informazioni inserite;

Globalmente l’attività mi è sembrata molto stimolante, soprattutto per la parte relativa all’uso di Google Sites, una piattaforma che non avevo mai provato. E’ stato anche interessante poter approfondire una tragedia come quella del terremoto all’Aquila, fuori dal solito programma scolastico e in modo pressoché inusuale. È una modalità di lavoro nuova e coinvolgente, sia dal punto di vista del lavoro di gruppo, sia dalla parte relativa all’uso del computer. Grazie a questo compito ho imparato ad utilizzare Google Sites e a ricercare in modo più dettagliato le immagini e, sono sicura, ciò mi tornerà utile in futuro.

Qui allegato il link del lavoro del mio gruppo: L’Aquila Earthquake